Free Call +39 0835 337 942
Close

CITTÀ DI TRICARICO – Storia e privilegi medioevali. Autrice: Mariateresa Carlucci

15.00

CITTÀ DI TRICARICO – Storia e privilegi medioevali

Autrice: Mariateresa Carlucci

Edizioni Magister, maggio 2021

isbn 9788885564411

100 pagine formato 17×24; rilegatura cucita filorefe

Mariateresa Carlucci (1986) ha conseguito la maturità presso il Liceo Linguistico “Pietro De Sarlo” di Lagonegro (PZ), si è laureata in Lettere – curriculum dell’Età moderna; si è specializzata con Laurea magistrale in Storia e Civiltà Europee presso l’Università degli studi della Basilicata.

Gli studi e le ricerche storiografiche riguardanti le complesse questioni dell’Italia meridionale si sono spesso indirizzati su “sentieri poco battuti” ma non per questo privi delle grandi lezioni di un passato dal quale certamente non si può prescindere. L’obiettivo di quest’opera è quello di fornire agli studiosi, una storiografia ragionata sulle origini di Tricarico, città medievale sita in Basilicata, nella provincia di Matera. Sono riportate alcune notizie già note su quest’argomento, ritenute dall’autrice autorevoli, integrate a ricerche più particolareggiate e la selezione di una bibliografia aggiornata. La storiografia si è interrogata sull’esistenza o meno nel corso del IX secolo di vere città. La risposta si formula sulla base del significato che viene dato al termine “città”. Quest’epoca intendeva le città (e con esse anche i borghi) come piazzeforti, istituzioni militari che poi divennero centri amministrativi.

Nel Mezzogiorno «non vi erano comuni autonomi, né fiorenti città-stato ma soltanto […] una massa di universitates dipendenti dal re o da signori feudali, che esercitavano al più qualche limitata facoltà di governo sulla città e la campagna circostante».Tra queste universitates figura anche Tricarico che in epoca longobarda iniziò a svilupparsi sul sito attuale. Nell’epoca precedente, invece, esisteva un centro lucano molto più a est, nelle vicinanze del valico Tre Cancelli, dove furono rinvenute testimonianze di antiche mura risalenti al V-IV secolo a.C.; soltanto con la distruzione di questo insediamento cominciò a delinearsi l’attuale Tricarico. Il primo documento che attesta l’esistenza della città risale all’849.

Il saggio, grazie al Liber Iurium, analizza i privilegi elargiti in favore dell’universitas di Tricarico dai sovrani angioini prima, aragonesi poi e, successivamente, dai signori che possedettero la contea per circa duecento anni: i Sanseverino.

100 disponibili

Descrizione

CITTÀ DI TRICARICO – Storia e privilegi medioevali

Autrice: Mariateresa Carlucci

Edizioni Magister, maggio 2021

isbn 9788885564411

100 pagine formato 17×24; rilegatura cucita filorefe

Gli studi e le ricerche storiografiche riguardanti le complesse questioni dell’Italia meridionale si sono spesso indirizzati su “sentieri poco battuti” ma non per questo privi delle grandi lezioni di un passato dal quale certamente non si può prescindere. L’obiettivo di quest’opera è quello di fornire agli studiosi, una storiografia ragionata sulle origini di Tricarico, città medievale sita in Basilicata, nella provincia di Matera. Sono riportate alcune notizie già note su quest’argomento, ritenute dall’autrice autorevoli, integrate a ricerche più particolareggiate e la selezione di una bibliografia aggiornata. La storiografia si è interrogata sull’esistenza o meno nel corso del IX secolo di vere città. La risposta si formula sulla base del significato che viene dato al termine “città”. Quest’epoca intendeva le città (e con esse anche i borghi) come piazzeforti, istituzioni militari che poi divennero centri amministrativi.

Nel Mezzogiorno «non vi erano comuni autonomi, né fiorenti città-stato ma soltanto […] una massa di universitates dipendenti dal re o da signori feudali, che esercitavano al più qualche limitata facoltà di governo sulla città e la campagna circostante».Tra queste universitates figura anche Tricarico che in epoca longobarda iniziò a svilupparsi sul sito attuale. Nell’epoca precedente, invece, esisteva un centro lucano molto più a est, nelle vicinanze del valico Tre Cancelli, dove furono rinvenute testimonianze di antiche mura risalenti al V-IV secolo a.C.; soltanto con la distruzione di questo insediamento cominciò a delinearsi l’attuale Tricarico. Il primo documento che attesta l’esistenza della città risale all’849.

Il saggio, grazie al Liber Iurium, analizza i privilegi elargiti in favore dell’universitas di Tricarico dai sovrani angioini prima, aragonesi poi e, successivamente, dai signori che possedettero la contea per circa duecento anni: i Sanseverino.

SOMMARIO

Capitolo I. Evoluzione delle città del Mezzogiorno d’Italia dal XI al XV secolo
I.1 I problemi storiografici sulle città medievali
I.2 Storia delle città medievali italiane
I.3 Peculiarità delle città meridionali italiane nel Medioevo
I.4 L’evoluzione del Regno di Napoli dagli Angioini agli Aragonesi
I.5 L’evoluzione delle autonomie cittadine
I.6 L’Età angioino-aragonese

Capitolo II. La città di Tricarico
II.1 Le origini
II.2 Il vescovado di Tricarico
II.3 Il ruolo della contea di Montescaglioso nella storia di Tricarico
II.4 La contea di Montescaglioso nel Regno Normanno
II.5 La contea di Tricarico in epoca normanna
II.6 La contea di Tricarico nell’epoca vicereale

Capitolo III. I Privilegi angioini ed aragonesi: inquadramento storico-politico
III.1 Contesto d’insieme
III.2 I Privilegi angioini e aragonesi
III.3 I Privilegi di Luigi d’Angiò
III.4 I Privilegi di Ladislao d’Angiò-Durazzo
III.5 I Privilegi di Giovanna II d’Angiò-Durazzo

III.6 I Privilegi di Ferrante d’Aragona

CONCLUSIONI

APPENDICE DEI PRIVILEGI

Informazioni aggiuntive

Peso 270 kg
Dimensioni 24 × 17 × 1 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “CITTÀ DI TRICARICO – Storia e privilegi medioevali. Autrice: Mariateresa Carlucci”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…