Carrello

0 item - 0,00

Autori

Giovanni Montesano è nato a Rotondella il 9 febbraio del 1926, si è laureato in Lettere Classiche presso l'università di Bari ed ha dedicato tutta la sua vita all'insegnamento in diversi istituti superiori e, da ultimo, nel Liceo Classico "E. Duni" di Matera. Si è spento, senza alcun presagio e nel pieno della sua lucidità, nel 2014 all'età di 88 anni lasciando un vuoto sia nella nostra casa editrice e sia nella città di Matera, Capitale europea della cultura per l'anno 2019. Ricordato dagli alunni della città di Matera nella quale ha profuso la maggior parte del suo impegno di apprezzato docente è stato attore principale della cultura formando alunni che sono diventati validi e affermati professionisti culturali. Punto di riferimento per intere generazioni, viene ricordato con molto affetto come il “Carissimo Professore”, non per sottolineare una distanza ma per ribadire l'autorevolezza di una persona capace di stimolare ed entusiasmare gli studenti con l’insegnamento della letteratura e della storia: temi e concetti rappresentavano il punto di partenza ma li raccordava costantemente alla realtà vissuta e trasmetteva con le nozioni un metodo di analisi. Non separava la scuola dalla vita ed era sempre, comunque, pronto a guardare nel profondo dell'animo umano, consapevole che lì si può trovare la chiave per cambiare la società. Uomo sobrio, disponibile, semplice nel tratto, non faceva mai avvertire la distanza della cultura. Con la sua generosa, lunga attività didattica, questo docente storico di Matera ha contribuito a segnare i destini di generazioni di studenti che, terminati gli studi superiori, hanno, poi, affrontato, in vari campi, le sfide della vita, portandosi dietro l’essenza delle sue lezioni. Nelle tante stagioni della sua esistenza, Giovanni Montesano ha sempre coltivato un’altra grande passione: la ricerca storica. Storico attento e rigoroso, ha saputo indagare e diffondere la storia e le tradizioni della sua terra di origine con sagacia e passione. L’amore per la sua terra natale lo ha portato a pubblicare, nel 1997, la monografia "Rotondella e il suo territorio nell'età moderna", prima accurata ricostruzione storica del paese. "La tragica fine di Isabella Morra - la rovinosa decadenza della terra di Favale", è il frutto della sua ultima fatica letteraria pubblicato dalla nostra casa Edizioni Magister. Quest’ultimo appassionante capolavoro, documenta una tesi originale. A metà del Cinquecento, Favale, l’odierna Valsinni, è una terra in espansione. La poetessa Isabella Morra soccombe in un triplice feroce delitto, di cui è protagonista la famiglia Morra. L’evento avvia, con la violenta, meticolosa e ossessionante ricerca dei rei, un processo che porta alla devastazione del territorio con la conseguente rovinosa decadenza di Favale, oltre che della famiglia baronale. Ricostruendo questi eventi, con rigore storico e con un’accurata analisi critica delle fonti, il libro ridà vita ai drammi quotidiani e alle abitudini sociali della popolazione di Favale, esposta alle oppressioni baronali e alle malefatte degli affittatori del feudo. La trattazione della storia di una piccola comunità appare come uno specchio in cui si riflettono le vicende di un intero popolo, quello del Regno di Napoli, costretto a vivere sotto il giogo di un regime tirannico e oppressivo, qual è stato quello feudale. Quest’opera, in cui il professore ha trasferito il risultato di lunghe e appassionate ricerche, è un testamento spirituale, ma anzitutto è un regalo per chi ha avuto il piacere di incrociarne il cammino, di conoscerlo e ne conserva il ricordo vivo di un’intelligenza sempre attenta a modellare nuove lenti per leggere, decifrare e capire la realtà. Siamo orgogliosi e onorati di aver avuto il privilegio di lavorare con il "Carissimo Professore" e custodiremo gelosamente per i nostri lettori il suo ultimo libro.

Daniele GIACOIA, teologo, è il direttore della nostra sezione "TeologicaMente". Nato a Matera il 1958. Nel periodo 1978-1980 si forma presso l'Istituto Biblico Italiano di Roma. Dal 1986 al 1989 ricopre l'incarico di Presidente dell'Associazione Cristiana A.D.I. di Matera e dal 1990-1996 è Ministro di Culto. Nel 1999 si perfeziona in Bioetica presso la Facoltà di Scienze della Formazione Università di Bari. Il 2000 consegue la Licenza in Teologia Ecumenica-Patristica, Greca-Bizantina e nel 2004 consegue il Dottorato in Teologia a Bari presso l'Istituto di Teologia Ecumenico-Patristica, Greco-Bizantina "S. Nicola". Incline a sostenere il dialogo ecumenico e interreligioso è socio fondatore dell'associazione di dialogo interreligioso Corban. Di elevato spessore le sue pubblicazioni "Le origini cristiane nella rilettura di alcuni autori del XX secolo", Magister, Matera, 2004; "Comparazione storiografica sulle origini cristiane", Magister, Matera, 2006; "Oggi cristiani", Magister, Matera, 2011.

Nicola D’Imperio nasce ad Aliano (MT) il1948. Dopo la maturità classica, studia medicina e ottiene la specializzazione in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva a Bologna diventando primario per il Maggiore e Bellaria nonchè uno dei maggiori esperti a livello internazionale. Coniuga alla medicina la passione per la pittura a olio e la scrittura. Ama cimentarsi in lunghe escursioni a piedi sui monti anche oltre il confine nazionale ma in particolare cammina tra i Sassi di Matera e l'altopiano murgico, alla scoperta del territorio e della storia dell’uomo. Risiede nella cinquecentesca casa di famiglia nel cuore dei Sassi ed è attivo nella vita culturale della città promuovendo diverse attività dalle diverse discipline artistiche con l’Associazione culturale Casa D’Imperio e il circolo culturale "La Scaletta". I numerosi eventi letterari, artistici e musicali - a suo dire - aiutano lo spirito del medico a curare il corpo dell’uomo. Numerose le pubblicazioni di carattere scientifico e, per la nostra casa editrice, ha pubblicato testi non scientifici: "La Lucania a piedi dallo Jonio al Tirreno", "Sassi di Matera: il racconto della Casa Grotta", "Conoscere Matera", "Si specchia ancora nel fiume", "Italia Nicoletti".

Gianni Cristallo è nato a Matera il 1978. Consegue la Laurea in Scienze Politiche presso l'Università di Bari nonostante i problemi di depressione che sono presenti nella sua vita sin dall'infanzia. Attivo nel mondo del volontariato, ama dedicarsi al prossimo nei momenti in cui la luce prende il posto del male oscuro. Alla sua seconda pubblicazione, attraverso la scrittura trasferisce importanti nozioni al lettore in merito alla patologia depressiva, come evidenzia in prefazione il prof. Orlando Todarello

Paolo Frescura, direttore della nostra sezione "LucanaMente", è nato a Grottole, paese materano nel cuore della Basilicata, il 21 ottobre 1951, ha conseguito il diploma di Maturità Magistrale presso l’Istituto Magistrale “Emanuele Gianturco” di Potenza e, successivamente, la laurea in Materie Letterarie presso l’Università degli Studi di Bari. Ha fatto parte del gruppo dei formatori dell’I.R.R.S.A.E. Basilicata e ha tenuto corsi d’aggiornamento per docenti in alcune scuole della provincia di Matera. Ha svolto attività di tutoraggio connessa alla formazione dei docenti per l’immissione in ruolo, dopo l’anno di prova. Per tredici anni ha ricoperto l’incarico di vicario del Dirigente Scolastico nell’Istituto Comprensivo “Don Donato Gallucci” di Miglionico. Ha scelto di sostenere i più piccoli nel loro percorso di crescita, dedicandosi, con passione, all’insegnamento nella Scuola Primaria concedandosi il 1° settembre 2014 per dedicarsi completamente all'editoria. È noto a tutti i lucani il suo interesse per i “tesori” del passato sepolti dal tempo, dalla modernità e l’impegno nel riportarli alla luce, affinché possano tornare a risplendere e a rivivere una nuova stagione. Ha pubblicato l’interessante volume Antichi trastulli nel 2002, facendo riscoprire giochi e giocattoli del passato; evidenziamo lo straordinario volume Altri tempi. Attività e mestieri svaniti, uscito nel giugno 2015 per la nostra casa editrice (Edizioni Magister) in cui, l'autore, recupera la storia lavorativa di Grottole (storia comune a tutta la Lucania e il Mezzogiorno d'Italia) in una ricerca puntuale dei mestieri usciti di scena, descrivendo oltre sessanta accattivanti lavori. Il testo è adottato da decine di classi di scuole medie lucane e dell'ultimo anno di primaria.

Domenico Farina è il direttore della sezione ScolasticaMente. Laureatosi in Ingegneria Meccanica presso “l’Alma Mater Studiorum” di Bologna e docente ordinario in istituti pubblici superiori. Da molti anni esercita la libera professione di ingegnere a Matera come progettista di strutture e di impianti termotecnici. Per la nostra casa editrice ha pubblicato: Lavorazioni elementari su fresatrice CNC Esercizi e schede CAD, Matera, 2013; Impianti di condizionamento ad aria con Excel, Matera, 2015; Piccole monografie con esercizi – Quaderni 0, 1, 2, 3, 4 Matera, 2016; Scambiatori di calore. Fogli Excel Matera, 2017. Ha pubblicato, con altri autori, articoli su riviste scientifiche. Per Casio Italia svolge attività di formazione.